Undici Settembre 2001

Mi ricordo esattamente dove ero e cosa stavo facendo.
Come credo quasi tutti.

image

“Invisible Sun” – The Police

(One, two, three, four, five, six
Oh oh oh oh oh oh)

I don’t want to spend the rest of my life
Looking at the barrel of an Armalite
I don’t want to spend the rest of my days
Keeping out of trouble like the soldiers say
I don’t want to spend my time in hell
Looking at the walls of a prison cell
I don’t ever want to play the part
Of a statistic on a government chart

There has to be an invisible sun
It gives its heat to everyone
There has to be an invisible sun
That gives us hope when the whole day’s done

It’s dark all day and it glows all night
Factory smoke and acetylene light
I face the day with me head caved in
Looking like something that the cat brought in

There has to be an invisible sun
It gives its heat to everyone
There has to be an invisible sun
That gives us hope when the whole day’s done

And they’re only going to change this place
By killing everybody in the human race
They would kill me for a cigarette
But I don’t even wanna die just yet

There has to be an invisible sun
It gives its heat to everyone
There has to be an invisible sun
That gives us hope when the whole day’s done

(Oh oh oh oh oh oh…)

29 pensieri su “Undici Settembre 2001

  1. Ricordo quel pomeriggio, poi la televisione in sala macchine…
    per almeno 2 anni non sono riuscito a rivedere le diapositive scattate a NY, molte delle quali scattate alla base ed in cima alle torri gemelle…
    Devo ritornare a NY, devo sostituire quel ricordo.

    Mi piace

  2. io ero a pezzi ma ancora riuscivo a non darlo a vedere e sono andata a recitare la parte dell’amica forte a casa della mia compagna di stanza dell’università che, mollata dal ragazzo mesi prima, stava di merda e io cercavo di farla reagire. prima di uscire di casa era stata colpita la seconda torre e mentre parlavamo sono crollate entrambe. e lei era stata lì pochi mesi prima e continuava a ripeterlo.
    ci sono andata giù pesante, come sempre. ancora, ogni tanto, mi chiedo dove avessi trovato la forza.

    Mi piace

    1. Per un lungo momento, i primi lunghi minuti in cui arrivavano solo notizie frammentate, non sono riuscita a valutare la portata dell’evento. Poi è diventato tutto chiaro. Non ho mai visto le torri integre dal vivo, ma entrare nel cantiere della ricostruzione, immaginare chi saltò nel vuoto, leggere tutti quei nomi incisi sul metallo è stato un calcio nello stomaco.

      Mi piace

    1. Io ero in ufficio, alla mia scrivania, ho ascoltato la notizia da Radio Capital.
      Il tempo di capire qualcosa dalle notizie confuse insieme al collega che sedeva di fronte a me, poi siamo corsi alla TV della sala macchine.

      Mi piace

        1. In effetti è fuorviante. In tutto il mondo moderno si chiama “sala server”, “sala monitoring”.
          Qui invece siamo delle cariatidi e la chiamiamo ancora così. L’autore dell’altro commento infatti è un altro abitante di questo posto. Da oggi ex-abitante.

          Mi piace

    1. Ero una fan sfegatata dei Police, quando si sono sciolti non volevo crederci.
      E questo forse è il pezzo che mi piace di più. Il senso di speranza espresso nel ritornello nonostante l’atmosfera cupa generata dalla musica, dal colpo di batteria ripetuto e da ciò che è descritto da tutto il resto delle parole.

      Mi piace

  3. ero in ufficio con dei colleghi e sentimmo per radio quello che stava succedendo. Appena tornai a casa accesi la tv e nel vedere quelle immagini io e mia moglie restammo muti per un tempo lunghissimo. Del resto non vi erano parole per commentare quella tragedia. Dopo qualche ora misi le cuffie e ascoltai The End dei Doors.

    Liked by 1 persona

  4. Quel giorno stavo andando in macchina ad un convegno e un tizio distratto mi fece volare al di là del guardrail: colpo della strega, collarino ecc.
    Tornata a casa dal pronto soccorso, seduta sul divano quasi immobilizzata, accendo la tv…
    Ho pianto, ma forse era l’effetto del botto o della tac

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...