About me

Il mare, i viaggi, la musica, l’arte e la buona cucina… le mie passioni attraverso gli occhi della mia macchina fotografica… E poi pensieri, libri… un pezzettino di me in ogni post.

Monia (321clic@gmail.com)

 

45 pensieri su “About me

  1. Ma… la tua info è praticamente simile alla mia…
    Il tuo blog è una scoperta non solo piacevole, ma hai un talento speciale per la fotografia.
    Percepisco una sensibilità diversa da quella statica di tanti altri blogger e ottimi fotografi. Ma la verità è che l’attimo in cui rubi il tempo, lo scegli in base a come sei tu. Io ho sempre pensato che aprire l’otturatore è un po’ come premere il grilletto.
    Grazie per questi bei momenti condivisi.

    Liked by 1 persona

    1. Praticamente uguale, si… stessi gusti, stesse passioni… 🙂
      Non ho mai avuto velleità artistiche, ciò che vorrei dalle mie fotografie è far vedere ciò che vedo io, e trasmettere lo stato d’animo e le emozioni che ho provato nel momento in cui ho scattato, o meglio, premuto il grilletto e, magia… sta succedendo.
      Una foto tecnicamente corretta è un’equazione matematica alla portata di tutti, e Cartier-Bresson lo ha detto molto meglio di me… sapere che sono riuscita nel mio intento apre il cuore.

      P.S.: Chi non crede alla magia, non la troverà mai.

      Mi piace

      1. Conosco le piane e quanto tu dici sulle equazioni. Le ho studiate nel mio percorso accademico. Ed è questo uno di quei casi in cui matematica diventa magia. Ma sai com’è… spesso non so gli occhi che abbiamo sul viso ad osservare. Sono solo il tramite da cui passa il tempo e lo spazio, oltreché la luce. Sai cosa mi sono sempre chiesto, della fotografia? La percezione. Voglio dire… tutti possono osservare una foto. Ma… la vediamo tutti allo stesso modo? Un po’ come per i diversi profili cromatici. I colori, la profondità delle ombre, l’esaltazione e la brillantezza delle luci… possono gli occhi fare da filtro tra il cuore del fotografo e quello di chi osserva?
        Fotografia in altri termini è impressione. Io la vedo nella sua accezione più ampia di impressione. Vi includo anche l’espressione. E la macchina fotografica diventa come uno strumento musicale. Esprime l’emozione di un momento.
        Velleità artistiche sono, appunto, velleità. Lasciamole a chi ha sempre freddo al cuore.
        A noi serve emozione per continuare a respirare.
        E i tuoi scatti emozionano. Personalmente ne ho trovati alcuni davvero emozionanti, come Nightswimming. Mi ha… quasi ferito. Sentivo di essere lì. Ad ascoltare quella musica e guardare al buio quelle luci. Ad attendere la nuova luce del giorno.
        Perdonami, vaneggio troppo spesso.
        Grazie ad ogni modo per avermi fatto vedere un posto dove non sono mai stato e dove non sarò mai. Senza di te non avrei potuto sbarrare gli occhi e viverlo quei quattro minuti e diciotto secondi.

        Liked by 1 persona

        1. Non stai assolutamente vaneggiando, mi fa solo piacere leggere cosa scrivi e confrontarmi con te.
          E’ vero che tutti possono osservare la stessa foto ma non tutti la vedono allo stesso modo, così come, facendo un passo indietro, osservando una stessa scena non tutti notano gli stessi particolari, ed è questo il punto.
          Gli occhi si limitano a mostrare più o meno fedelmente ciò che c’è davanti a noi, ma i veri filtri sono la testa e il cuore, e per estensione, tutta la vita che abbiamo dietro, tutte le nostre esperienze passate che faranno si che nello stesso posto io noterò un particolare diverso da chi mi è accanto, e te proverai un’emozione profonda guardando una foto che lascerà indifferente un’altra persona.
          Quella sera, in quella stanza buia, stavo prendendo una decisione importante, mentre la notte piano piano scivolava via lasciando il posto al giorno, e te hai vissuto qui per quattro minuti e diciotto ciò che io ho vissuto lì per tutta la notte.

          Liked by 1 persona

          1. Grazie. Spesso vado fuori dalla linea principale e la mente corre via, lontana e veloce.
            Ciò che dici è giustissimo. Aggiungo che la sensibilità di ognuno crea i contorni migliori.
            Spero che la decisione che hai preso ti abbia condotto lontano, su lidi migliori.
            Grazie. Ammiro anche il tuo modo di scrivere oltre che di ascoltare ed impressionare. Evocativa. Ricordi un po’ me, in effetti… 😉

            Liked by 1 persona

              1. Tu… e sorrido mentre lo scrivo… non puoi neanche lontanamente immaginare quanto questo ultimo tuo commento mi ha toccato l’anima. E scuotendo la testa, ascoltando il brano che ho appena postato sul mio blog, ringrazio quella notte per cui anche io sono ancora qui.
                Ci siamo, nuova amica mia. Siamo ancora qui. E più forti che mai.

                Liked by 1 persona

                1. Amica… che bella parola! Grazie, mio nuovo Amico.
                  Magari un giorno mi spiegherai perché ti ha così toccato.
                  Ho ascoltato il pezzo dei Soul Asylum, mi ha riportato alla mente tante cose…
                  “Put me out of my misery, I’d do it for you, would you do it for me?”
                  E’ bello sapere che ci sono delle mani tese.

                  Mi piace

                  1. Magari si. Volentieri!
                    Come ho scritto… il blog è uno strumento strano. Genera situazioni che mai… eh… mai avresti pensato da un giorno all’altro. E sono cose belle!
                    Immaginavo il pezzo ti avrebbe toccato in qualche modo. Non chiedermi perché ma… tant’è.
                    E ci sono due mani tese in più per te. Usale quando e quanto vuoi, anche di notte. Magari riusciamo ad avere in comune anche le stesse notti insonni. 🙂
                    Una buona serata, Monia.
                    Sigismondo

                    Liked by 1 persona

                    1. Il blog e il web in generale sono strani mezzi di contatto che generano strane situazioni, è vero, ed io posso dirlo meglio di tanti altri.
                      Le parole corrono libere e veloci sul filo, per me molto più liberamente che con qualcuno in carne ossa. Ho una bella scorza dura addosso,e ci vuole un po’ per intaccarla, basterebbe la volontà di andare oltre la prima impressione, o forse si tratta solo di possedere la chiave giusta, e a volte succede, raramente ma succede.
                      Considerando quanto dormo, sarà facile incontrarsi anche a notte fonda. 🙂
                      Buona serata anche a te,
                      Monia

                      Liked by 1 persona

  2. Qui tutti commenti intelligenti.
    Io mi limito a dire che ho avuto una partita iva come fotografo fino all’anno scorso, ma poi mi sono frantumato lo scroto di sentire cose tipo “foto bella” “foto brutta” e quindi ho deciso di fare solo ciò che sono capace di fare: la danza del ventre.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...